La possessione di Clara Germana Cele

Esistono tre gradi di possessione:

1° Grado. Il demonio penetra nella psiche dell’essere umano prendendo il controllo del suo corpo e della sua mente. Il demonio è nascosto e provoca reazioni avverse al sacro, istilla sentimenti di disperazione e depressione nel posseduto.

2° Grado. Il demonio si manifesta in modo più evidente. Il posseduto mostra alterazioni della voce, è in grado di parlare lingue antiche (Greco, Latino, Aramaico) e se viene benedetto con l’acqua santa, sul corpo si creano piaghe e ulcere.

3° Grado. Se la possessione raggiunge questo livello allora il demonio è in grado di alterare i tratti somatici del posseduto. L’odore del corpo diventa insopportabile e la temperatura varia rapidamente. Si verificano fenomeni di levitazione e pirocinesi. Il demonio può nuocere a chi sta attorno ed è talmente radicato nel corpo del posseduto da rendere difficile, se non impossibile, l’esorcismo.

In tutti e 3 gli stadi l’avversione al sacro è estrema. Utilizzando acqua benedetta, oltre alle piaghe, il corpo si contorcerà, il demonio bestemmierà e insulterà sia l’oggetto sacro che l’esorcista.

Clara è una ragazza sudafricana di soli 16 anni. Si dice che abbia voluto stringere un patto con il Diavolo e che questo abbia causato la sua possessione demoniaca. La ragazza racconta del patto al suo confessore, ma non dirà mai che cosa volesse in cambio.
Abbandonata dai genitori fin da tenere età, viene battezzata e vivrà insieme alle suore all’interno delle mura del convento di St. Michael. Qui mostrerà i primi segni della possessione: era in grado di parlare il polacco, il tedesco e le lingue antiche. Era in grado di svelare i più intimi segreti delle persone che la circondavano e anche di quelle che non aveva mai incontrato. Col passare del tempo si manifestò l’avversione al sacro e la ragazza diventava aggressiva e fuori controllo. Possedeva una forza fisica straordinaria al punto tale da strangolare un prete con la sua stola. Le suore che vivevano li raccontavano di urla animalesche sconosciute:

“Nessun animale ha mai emesso tali suoni. Nemmeno i leoni dell’Africa dell’Est e nemmeno i bufali infuriati. A volte sembra che un vero branco di bestie selvagge diretto da Satana abbia formato un coro infernale”.

Il prete continuerà il suo esorcismo con l’aiuto di un secondo prete per due giorni. La ragazza si solleverà a un metro e mezzo da terra, sia in verticale che in orizzontale. Assistettero all’esorcismo almeno un centinaio di religiosi che, di fronte alla levitazione, furono pervasi da una sensazione di puro terrore.

Il primo esorcismo sembrò addirittura accelerare quella che sembrava la trasformazione di Clara in una bestia e il giorno seguente cominciò a sbavare, a ringhiare e ad emettere dei versi spaventosi.

L’inevitabile sentenza fu che la ragazza era posseduta dal Diavolo ed era necessario un rito intenso in cui doveva partecipare tutta la comunità, anche se terrorizzati. Per due lunghissimi giorni la ragazza venne tenuta legata al letto con corde da buoi, cosparsa costantemente di acqua santa, croci e simboli religiosi, finchè sembrò tornare in se e spaventata chiese il motivo della sua presenza in quel luogo.
Si sa poco di cosa successe dopo, ma pare che il rituale finalmente la liberò dal demonio che la possedeva, lasciandola libera di vivere la sua vita.

3 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...