Site icon che-blog

L’agghiacciante storia del Cecil Hotel, denominato l’Hotel dei suicidi

Annunci
, L’agghiacciante storia del Cecil Hotel, denominato l’Hotel dei suicidi
Un’immagine del Cecil Hotel

Il Cecil Hotel è un imponente costruzione dei primi del novecento, che vanta diciannove piani e seicento camere; Costato ben un milione di dollari spesi in marmo e statue in alabastro poiché inizialmente progettato per essere un hotel di lusso per la gente illustre di Los Angeles, ma complice la grande depressione e la sua posizione in un quartiere divenuto poverissimo, il Cecil ebbe un tipo di clientela ben diverso da quella sperata.
L’ hotel in pochi decenni venne soprannominato The Suicide, perché venne scelto come luogo ideale per numerosi suicidi e non solo.
In ordine cronologico :
• 19 Novembre 1931, W.K Norton si uccide con pillole di cianuro nella sua stanza.

• Settembre 1932, Benjamin Dodich di 25 anni si spara alla testa con un fucile.

• Luglio 1934, il sergente Louis D. Borden si taglia la gola con un rasoio.

• Marzo 1937, Grace E. Magro cade dal nono piano dell’ hotel, non è chiaro se si sia trattato di omicidio o suicidio.

• Gennaio 1938, il pompiere Roy Thompson si getta dall’ultimo piano dell’edificio.

•Maggio 1939, Erwin C. Neblett si uccide con del veleno.

• Gennaio 1940, Dorothy Sceiger, altro avvelenamento.

•Settembre 1944, Dorothy Jean Purcell, mentre pernotta con il suo ragazzo in una delle camere, si accorge di essere incinta e di avere le doglie, partorisce in bagno e credendo che il bambino fosse nato morto decide di lanciarlo dalla finestra.

•Novembre 1947, Robert Smith si lancia dal settimo piano.

• 22 Ottobre 1954, Helen Gurnee, anche lei si getta dal settimo piano schiantandosi sull’insegna dell’hotel.

• 11 Febbraio 1962, Julia Frances Moore sceglie invece l’ottavo piano.

• 12 Ottobre 1962, Pauline Otton si lancia dal nono piano, cadrà su George Giannini e lo ucciderà sul colpo.

•4 Giugno 1964, una pensionata soprannominata “Pidgeon Goldie” viene trovata morta nella sua stanza : è stata stuprata, picchiata ed accoltellata. Il caso rimase irrisolto.

•20 Dicembre 1975, una donna non identificata si registra con un nome falso, dopo aver alloggiato per quattro giorni nella stanza 327 decide di suicidarsi buttandosi dal dodicesimo piano.

•1985, Richard Ramirez il serial killer chiamato The Night Stalker soggiornò all’ultimo piano del Cecil tra un omicidio e l’altro, “Poteva tornare nella Hall nudo o coperto di sangue, nessuno avrebbe battuto ciglio dato che negli anni Ottanta l’Hotel era un totale caos”.

•1991, Jack Unterweger, serial killer di prostitute (le strangolava con qualsiasi cosa avesse a tiro, persino con i loro stessi reggiseni);
Pagò in anticipo cinque notti e nella sua stanza picchiò, violentò e uccise Shannon Exley, Irene Rodriguez e Sherri Ann Long.

•31 Gennaio 2013, Elisa Lam, studentessa canadese di origini asiatiche scompare, le ultime immagini di lei sono state registrate dalle telecamere dell’ascensore del Cecil; In quel video la ragazza appare inquieta, si guarda intorno nervosamente mentre spinge i pulsanti dell’ascensore in modo ossessivo.

•19 Febbraio 2013, il corpo nudo di Elisa Lam viene ritrovato nella cisterna dell’acqua (chiusa dall’esterno) sul tetto dell’hotel.
La sua morte verrà classificata come “annegamento accidentale” poiché la ragazza soffriva di disturbo bipolare, cosa che secondo la polizia spiegherebbe sia lo strano comportamento nel video (che trovate su YouTube) che l’insolito posto in cui è stata ritrovata.

•13 Giugno 2015, un ragazzo ventottenne la cui identità non è stata rivelata, viene rinvenuto sfracellato sui gradini d’ingresso dell’hotel; Il personale ha smentito si trattasse di un ospite della struttura.

L’Hotel, che si trova al 640 di Main street è attualmente ancora aperto, ha cambiato nome nel 2007 in Stay on Main, ed è un tre stelle economico.

Exit mobile version