Site icon che-blog

La straordinaria intelligenza di Alan Turing, uno dei padri dell’informatica

Annunci
, La straordinaria intelligenza di Alan Turing, uno dei padri dell’informatica
Alan Turing

Molti di voi si staranno chiedendo: cosa c’entra il logo della Apple con Alan Turing?
Ora ve lo spiego…
Alan Turing nacque il 23 giugno 1912 a Londra, Inghilterra, ed è passato alla storia come uno dei pionieri dello studio della logica dei computer e come uno dei primo ad interessarsi all’argomento dell’intelligenza artificiale.

A scuola non aveva grande successo in quanto preferiva dedicare tutte le sue attenzioni solo alle materie che lo interessavano davvero. La morte del suo più caro amico Christopher Morcom lo spinse a trovare dentro di sé la determinazione necessaria per continuare gli studi e la ricerca.

Senza trascurare i numerosi riconoscimenti in campo matematico, Turing verrà ricordato soprattutto grazie a uno strumento chiamato “Colossus” in grado di decifrare i messaggi criptati di “Enigma”, un tipo di computer sviluppato dai Tedeschi durante la seconda guerra mondiale che generava un codice che mutava costantemente.
Turing, convinto che si potessero creare macchine che fossero capaci di simulare i processi del cervello umano, creò le basi per i primi computer digitali.



Negli anni a venire scrisse un articolo in cui descriveva quello che attualmente è conosciuto come il “Test di Turing”.
Questo test, una sorta di esperimento mentale, prevede che una persona, chiusa in una stanza e senza avere alcuna conoscenza dell’interlocutore con cui sta parlando, dialoghi sia con un altro essere umano che con una macchina intelligente. Se il soggetto in questione non riuscisse a distinguere l’uno dall’altra, allora si potrebbe dire che la macchina, in qualche modo, è intelligente.
In che modo colleghiamo quindi Turing alla Apple?

Ebbene, Turing era omosessuale e viveva questa sua condizione con forte disagio. Il 31 marzo 1952 fu arrestato per omosessualità e costretto a scegliere tra una pena detentiva a due anni di carcere o la castrazione chimica mediante assunzione di estrogeni. Per non finire in prigione, lo scienziato optò per la seconda alternativa. Per oltre un anno si sottopose a trattamenti che provocarono in lui un calo della libido e lo sviluppo del seno.

La depressione, legata al trattamento e all’umiliazione subita, lo condusse, il 7 giugno 1954, al suicidio.
La causa del decesso fu avvelenamento da cianuro di potassio e vicino al letto di morte vi era una mela morsicata. Le indagini sbrigative del giudice non hanno permesso di confermare se il veleno fosse contenuto nella mela.

(Esistono altre teorie sulla scelta del logo, da Newton alla piantagione di mele in Oregon dove Jobs lavorò. La Apple nega l’omaggio a Turing, ma tra le varie ipotesi questa era quella più affascinante).

Exit mobile version